dossier
in evidenza
Stato, Chiese e pluralismo confessionale, Num. 20-23, giugno2017

exLege, Num. 1, 2016

Il Diritto ecclesiastico, Num. , 2017

Stato, Chiese e pluralismo confessionale, Num. 15-19, maggio2017

Stato, Chiese e pluralismo confessionale, Num. 12-14, aprile2017


ultimi documenti
Decreto 15 marzo 2017
n. 107
(Arcivescovo di Monreale: non possono essere ammessi all'incarico di padrino di battesimo e di cresima coloro che si sono resi colpevoli di reati disonorevoli o che con il loro comportamento provocano scandalo - Vescovo di Monreale)

Comunicato 17 giugno 2017 (Comunicato del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale sulle conclusioni del primo “Dibattito Internazionale sulla Corruzione” - Santa Sede - Italia)

Decisione 8 giugno 2016
n. 467-116
(Milano: Radio Maria - Libertà di espressione e unioni civili - Ordine dei giornalisti (Consiglio di Disciplina Territoriale))

Delibera 19 gennaio 2017
n. 51/2016
(Roma:Radio Maria - Libertà di espressione e unioni civili - Ordine dei Giornalisti (Consiglio di Disciplina Nazionale))

Decisione 13 giugno 2017
n. 322
(Milano: Libero - Libertà di espressione e critica all'Islam - Ordine dei giornalisti (Consiglio di Disciplina Territoriale))

Sentenza 21 giugno 2017
n. 3058
(Diritto della persona che versa in stato vegetativo all'autodeterminazione terapeutica - Consiglio di Stato)

Legge 6 marzo 2016
n. 16-01
(Algeria: Legge di revisione costituzionale e introduzione della libertà di culto (art. 42) - Parlamento)

Sentenza 18 gennaio 2017 (Milano: comportamenti compulsivi di natura religiosa e addebito della separazione - Tribunale)

Risoluzione 19 giugno 2017
n. 72
(Chiarimenti in merito alle modalità di pagamento delle erogazioni liberali a favore di istituzioni religiose deducibili dal reddito complessivo - Agenzia delle Entrate)

Sentenza 15 giugno 2017
n. 14878
(Trascrizione dell’atto di nascita di un bambino nato all'estero da due cittadine italiane: non contrarietà all'ordine pubblico - Corte di Cassazione - Civile)


i più letti
Accordo 29 novembre 2005 (Accordo fra la Santa Sede e la Città Libera e Anseatica di Amburgo - Santa Sede - Città Libera e Anseatica di Amburgo)

Legge 22 novembre 1988,n.516 (Norme per la regolazione dei rapporti tra lo Stato e l'Unione italiana delle Chiese cristiane avventiste del 7° giorno - Parlamento)

Legge 10 novembre 1992,n.25 (Ley 25/1992, de 10 de noviembre, por la que se aprueba el acuerdo de cooperación del estado con la Federación de comunidades israelitas de España - Parlamento)

Accordo 17 marzo 2008 (Accordo tra la Santa Sede ed il Principato di Andorra - Santa Sede - Principato di Andorra)

Legge 8 marzo 1989,n.101 (Norme per la regolazione dei rapporti tra lo Stato e l’Unione delle Comunità ebraiche italiane - Parlamento)


dettaglio notiziaindietro

stampa
24 marzo 2017

Milano: CONOSCERE E GESTIRE IL PLURALISMO RELIGIOSO NEGLI ISTITUTI DI PENA LOMBARDI. Insieme per curarci le ferite (30 marzo 2017)



CONOSCERE E GESTIRE IL PLURALISMO RELIGIOSO NEGLI ISTITUTI DI PENA LOMBARDI
Insieme per curarci le ferite

Progetto di formazione alla diversità religiosa e culturale
sostenuto da Fondazione Cariplo

Giovedì 30 marzo 2017, ore 17.30

Sala Polivalente “Francesco Di Cataldo”
Casa Circondariale Milano San Vittore - Piazza Filangieri 2

Oggi il pluralismo è un dato di fatto e non una scelta. Non è più un fenomeno sociale transitorio o reversibile, ma è ormai profondamente radicato nel nostro paese anche in seguito ai flussi migratori che lo ridefiniscono in senso sempre più multiculturale e multireligioso. Questa realtà impone la costruzione di modelli di convivenza che armonizzino le regole dell'accoglienza con quelle dell’appartenenza favorendo quindi l’ascolto e il riconoscimento gli uni degli altri nel rispetto della diversità, vista come valore da sperimentare nella vita quotidiana ed anche all’interno degli istituti di pena.
Da questa premessa nasce il progetto “Conoscere e gestire il pluralismo religioso negli istituti di pena lombardi”, rivolto al personale penitenziario e ai detenuti di nove istituti di pena della regione.
Obiettivi del progetto sono contrastare l'analfabetismo religioso, prevenire la creazione di “stereotipi dell’altro”, favorire il dialogo fra diverse culture e religioni, sostenere le figure più vicine al detenuto. Attraverso laboratori, momenti di formazione e dialogo con i detenuti e il personale carcerario, il progetto vuole promuovere una adeguata conoscenza e gestione del pluralismo religioso e favorire la crescita di una "nuova cittadinanza" all'interno del processo di rieducazione e integrazione sociale dei detenuti.

Programma
Indirizzi di saluto

Prof. Gianluca Vago, Magnifico Rettore Università degli Studi Milano
Avv. Giuseppe Guzzetti, Presidente Fondazione Cariplo
Dott. Luigi Pagano, Provveditore Regionale Amministrazione Penitenziaria Lombardia
Dott.ssa Gloria Manzelli, Direttore Casa Circondariale Milano “San Vittore”
Dott.ssa Giovanna Di Rosa, Presidente Tribunale di Sorveglianza Milano
Dott.ssa Monica Lazzaroni, Presidente Tribunale di Sorveglianza Brescia

Introduzione

Prof. Silvio Ferrari, Università degli Studi Milano
Dipartimento di Scienze giuridiche “Cesare Beccaria”
Intervento dei rappresentanti delle religioni cristiana, ebraica, musulmana, buddista.

Testimonianze dal progetto pilota
la voce degli operatori penitenziari
la voce dei mediatori culturali
modera l’incontro la dott.ssa Francesca Valenzi, Direttore Ufficio Detenuti e
Trattamento Provveditorato Regionale Amministrazione Penitenziaria

E’ necessario preiscriversi all’evento inviando i nominativi alla mail
educazionepluralismoip@gmail.com entro il giorno 27 marzo pv

(Il programma)



News Correlate

In osservanza delle vigenti disposizioni del Garante Privacy si comunica che questo sito potrebbe utilizzare cookie ed altri strumenti per fornire servizi in linea con le preferenze di chi lo visita e per eseguire statistiche. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente ad utilizzare i cookie e gli altri strumenti impiegati   Leggi tuttoOk