dossier
in evidenza
Quaderni di diritto e politica ecclesiastica, Num. Daimon, dicembre2017

Stato, Chiese e pluralismo confessionale, Num. 1-4, gennaio2018

Quaderni di diritto e politica ecclesiastica, Num. 2, agosto2017

Ius Canonicum, Num. 113, 2017

Ephemerides Iuris Canonici - Nuova Serie, Num. 2, 2017


ultimi documenti
Pronuncia 5 febbraio 2018
n. BCV-17-102855
(California - County of Kern: costringere una persona a fornire un bene o servizio in contrasto con le sue convinzioni religiose può costituire violazione della libertà di espressione - Superior Court)

Sentenza 3 gennaio 2018
n. 42
(La rilevanza della sussistenza del fine di lucro affinché un istituto scolastico gestito da congregazione religiosa possa assumere la natura di impresa industriale - Corte di Cassazione)

Sentenza 25 gennaio 2018 (Ancora in tema di interruzione dei trattamenti sanitari: secondo la CEDU la disciplina legislativa francese è conforme all'articolo 2 della Convenzione - Corte Europea dei Diritti dell'Uomo)

Sentenza 30 gennaio 2018 (La CEDU si pronuncia sulla legittimità dell'uso di simboli religiosi nelle campagne pubblicitarie e tutela il diritto alla libertà d'espressione - Corte Europea dei Diritti dell'Uomo)

Costituzione apostolica 8 dicembre 2017 (Francesco: Veritatis gaudium, circa le Università e le Facoltà ecclesiastiche - Pontefice)

Legge 22 dicembre 2017
n. 219
(Legge sul biotestamento: "Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento" - Parlamento)

Documento 25 novembre 2017 (Discorso del Santo Padre Francesco ai partecipanti al corso promosso dal tribunale della Rota Romana - Pontefice)

Decreto legislativo 29 dicembre 2017
n. 216
(Disposizioni in materia di intercettazioni di conversazioni o comunicazioni - estratto - Governo)

Sentenza 26 ottobre 2017 (Corte EDU: Non vi è discriminazione nel limitare alle coppie dello stesso sesso la costituzione di unioni civili registrate; la preclusione legiferata dall'Austria per le coppie eterosessuali non viola gli articoli 8 e 14 della CEDU - Corte Europea dei Diritti dell'Uomo)

Sentenza 11 ottobre 2017
n. 396990
( Conseil d'Etat: Principio di laicità dello Stato e presenza di monumenti e simboli religiosi in luogo pubblico - Consiglio di Stato)


i più letti
Accordo 29 novembre 2005 (Accordo fra la Santa Sede e la Città Libera e Anseatica di Amburgo - Santa Sede - Città Libera e Anseatica di Amburgo)

Accordo 17 marzo 2008 (Accordo tra la Santa Sede ed il Principato di Andorra - Santa Sede - Principato di Andorra)

Legge 22 novembre 1988,n.516 (Norme per la regolazione dei rapporti tra lo Stato e l'Unione italiana delle Chiese cristiane avventiste del 7° giorno - Parlamento)

Legge 10 novembre 1992,n.25 (Ley 25/1992, de 10 de noviembre, por la que se aprueba el acuerdo de cooperación del estado con la Federación de comunidades israelitas de España - Parlamento)

Legge 8 marzo 1989,n.101 (Norme per la regolazione dei rapporti tra lo Stato e l’Unione delle Comunità ebraiche italiane - Parlamento)


Religious Pluralism & European Integration
stampa

Il nuovo corso Jean Monnet su “Pluralismo religioso e integrazione europea”, finanziato all'interno del progetto di ricerca Religious Pluralism and European Integration / PluReli (Università degli Studi di Milano Bicocca, Giurisprudenza) intende confrontarsi con i delicati interrogativi che la convivenza di differenti identità religiose nelle società europee pone. Come noto, infatti, mentre la materia “religione” rimane confinata ai margini della competenza dell'UE, le problematiche afferenti il pluralismo religioso e le possibili discriminazioni ad esso connesse interrogano sempre più pressantemente le corti europee e il legislatore stesso. Entrambi i soggetti sono chiamati, in tale contesto, a promuovere e sviluppare una cittadinanza europea inclusiva, nel rispetto della diversità dei popoli europei.

Il progetto prevede attività di ricerca e di didattica, entrambe caratterizzate da un approccio multidisciplinare, in relazione alle seguenti questioni chiave:
1. il rapporto tra diritto, democrazia e religione;
2. la libertà religiosa e la neutralità dello Stato;
3. modelli di rapporto tra Stato e Chiese nei paesi europei;
4. la normativa comunitaria contro le discriminazioni e le questioni religiose;
5. identità, religioni e spazio pubblico;
6. casi controversi che coinvolgono, ad esempio, abiti e simboli religiosi, luoghi di culto, insegnamento della religione, trattamento di gruppi religiosi, obiezione di coscienza.

La diffusione delle attività di ricerca avverrà attraverso tavole rotonde annuali aperte a studenti, giovani ricercatori e alla società civile.
L‘attività didattica consiste, invece, in 42 ore di lezioni che coniugano la prevalente disciplina giuridica con approfondimenti di natura filosofica, teologica, sociologica, criminologica e politologica, coinvolgendo professori provenienti da università italiane e straniere e rappresentanti di gruppi o istituzioni religiose per il dialogo interreligioso.

Questa pagina di OLIR.it si occupa di mettere a disposizione il materiale didattico e la registrazione delle lezioni, contribuendo in questo modo alla diffusione dei risultati della ricerca, secondo quanto previsto nel progetto finanziato dall'UE.

Questo progetto sostiene la vita di OLIR.it per il suo impegno a diffondere i risultati della ricerca.


  • Titolo del progetto: Religious Pluralism and European Integration / PluReli
  • Testo del progetto (abstract)
  • Bando: Jean Monnet Modules (Call 2015)
  • Responsabili del progetto: Natascia Marchei e Stefania Ninatti (Università degli studi di Milano Bicocca)
  • Inizio delle lezioni: 29 febbraio 2016 - 22 aprile 2016 (programma - pdf); 20 febbraio 2017 - 27 aprile 2017
  • Destinatari: studenti del corso di laurea magistrale in giurisprudenza, operatori pubblici o privati che gestiscono rapporti con i gruppi religiosi o si occupano di dialogo interreligioso, rappresentanti della società civile o di associazioni e comunità religiose, ricercatori e studiosi della materia.
  • Per informazioni: ;