Germania, Italia e Spagna

 

MIUR – PRIN: 2004/2005
Il finanziamento delle confessioni religiose nei paesi dell'Unione Europea. Fondamenti normativi e modelli organizzativi
Unità di ricerca Università Cattolica del S. Cuore di Milano

Il finanziamento indiretto delle confessioni religiose nei paesi dell'Unione Europea.
Tre case studies: Germania, Italia, Spagna.

responsabile Prof. Giorgio Feliciani

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

Ricercatori impegnati:

  • Università Cattolica del S. CuoreGiorgio Feliciani (prof. ordinario); Romeo Astorri (prof. ordinario); Antonio G. Chizzoniti (prof. associato); Annaluisa Casiraghi(ricercatrice confermata); Michele Madonna (dottore di ricerca); Valentina Resta (dottoranda di ricerca)
  • Altre istituzioniAdoracion Castro Jover, Universidad del Pais Vasco – Facultad de derecho (prof. ordinario); Jansen Thomas, Unione Europea – Comitato economico e sociale europeo (Capo di Gabinetto); Mauro Rivella, Conferenza Episcopale Italiana – Ufficio nazionale problemi giuridici (Direttore)

ATTIVITA' SVOLTA :

 

 Workshop e Convegni

Pubblicazioni

Italia

Il finanziamento delle confessioni religiose in Italia 
(Prof. Giorgio Feliciani)

 

 


Documenti essenziali

Legislazione

  • Legge 20 maggio 1985, n.222, Disposizioni sugli enti e i beni ecclesiastici in Italia e per il sostentamento del clero cattolico in servizio nelle diocesi (Artt. 46-47)
  • Legge 22 novembre 1988, n. 516, Norme per la regolazione dei rapporti tra lo Stato e l'Unione italiana delle Chiese cristiane avventiste del 7° giorno (art. 30), modificata dalla legge 20 dicembre 1996, n. 637
  • Legge 22 novembre 1988, n. 517, Norme per la regolazione dei rapporti tra lo Stato e le Assemblee di Dio in Italia (art. 23)
  • Legge 5 ottobre 1993, n. 409, Integrazione dell’intesa tra il Governo della Repubblica italiana e la Tavola valdese, in attuazione dell’art. 8, terzo comma, della Costituzione (modifica della intesa del 1984, approvata con legge 11 agosto 1984, n. 449)
  • Legge 20 dicembre 1996, n. 638, Modifica dell'intesa tra il Governo della Repubblica italiana e l'Unione delle Comunità ebraiche italiane, in attuazione dell'articolo 8, comma terzo, della Costituzione (modifica dell'intesa del 1987, approvata con legge 8 marzo 1989, n. 101)
  • Legge 12 aprile 1995, n. 116: "Norme per la regolazione dei rapporti tra lo Stato e l’Unione Cristiana Evangelica Battista d’Italia (UCEBI)" (art. 16)
  • Legge 29 novembre 1995, n. 520, Norme per la regolamentazione dei rapporti tra lo Stato e la Chiesa Evangelica Luterana in Italia (CELI), artt. 26-27.
  • C.E.I., Delibera 1 agosto 1991, n. 58. Testo Unico delle disposizioni di attuazione delle norme relative al sostentamento del clero che svolge servizio in favore delle diocesi

• Giurisprudenza

  • Corte costituzionale, Sentenza 19 giugno 1997, n. 235: "Esenzione dall'INVIM decennale degli immobili appartenenti agli Istituti per il sostentamento del clero (art. 8, terzo comma, della legge 16 dicembre 1977, n. 904, ed art. 45 della legge 20 maggio 1985, n. 222)".
  • Corte costituzionale. Sentenza 27 maggio 1996, n. 178: "Deducibilità delle erogazioni liberali ai Testimoni di Geova (art. 10, primo comma, lett. e) i) ed l) del d.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917".

• I rendiconti sull'otto per mille


Link e approfondimenti
 

• Sul web:

• In Olir:

  • Internet: L'Otto per mille in rete. Pagine web sul finanziamento delle confessioni religiose leggi
  • Chiarimento del Ministero dell'Economia e delle finanze in ordine all'applicazione del comma 507 della Legge finanziaria 2007 circa l'8 per mille (29 marzo 2007)  leggi

• Libri

Spagna

Il finanziamento delle confessioni
religiose in Spagna 
responsabile: Prof. A.G. Chizzoniti

 

Le forme di finanziamento alle confessioni religiose proposte dall'ordinamento giuridico possono essere distinte in due grandi gruppi: quelle riconducibili al sistema tributario da quelle da esso distinte. Tra queste ultime vanno collocati gli esborsi connessi alla prestazione di alcuni servizi religiosamente caratterizzati, quali l’assistenza spirituale nelle istituzioni chiuse (forze armate, penitenziari, ospedali), i costi connessi all’insegnamento della religione cattolica nelle scuole pubbliche, i contributi a favore dell’edilizia di culto e del patrimonio culturale di interesse religioso. Quanto invece alle forme di finanziamento riconducibili al sistema tributario, oltre alla asignación tributaria, occorre ricordare una nutrita serie di esenzioni fiscali, rispetto alle quali va segnalato il ruolo delle comunità autonome, stante la riconosciuta loro capacità impositiva (particolarmente quella basca, quella navarra e quella catalana), e per finire un sistema didonaciones deducibili.


Documenti

Link e Approfondimenti

Per approfondire:

Nota bibliografica sul finanziamento delle confessioni religiose in Spagna (pdf)

Nel web:

In Olir:

  • Area tematica: Paesi Europa – La libertad religiosa en España
  • News:

    • Il Governo spagnolo approva la Ley de Presupuestos Generales del Estado para el año 2007 che modifica il sistema di finanziamento della Chiesa cattolica spagnola (28 dicembre 2006) leggi
    • Osservatorio Spagna: Il governo approva un nuovo modello di finanziamento della Chiesa cattolica (22 settembre 2006) leggi
    • Osservatorio Spagna: Le confessioni di minoranza (Evangelici, ebrei, musulmani) chiedono il 7 per mille IRPEF (ottobre 2006) leggi
    • Bruxelles: La Commissione europea ha emanato un parere motivato chiedendo alla Spagna di abolire l'esenzione dal pagamento dell'IVA stabilita per la Chiesa Cattolica (16 dicembre 2005)  leggi