Religious Pluralism & European Integration

Il nuovo corso Jean Monnet su “Pluralismo religioso e integrazione europea”, finanziato all'interno del progetto di ricerca Religious Pluralism and European Integration / PluReli (Università degli Studi di Milano Bicocca, Giurisprudenza) intende confrontarsi con i delicati interrogativi che la convivenza di differenti identità religiose nelle società europee pone. Come noto, infatti, mentre la materia “religione” rimane confinata ai margini della competenza dell'UE, le problematiche afferenti il pluralismo religioso e le possibili discriminazioni ad esso connesse interrogano sempre più pressantemente le corti europee e il legislatore stesso. Entrambi i soggetti sono chiamati, in tale contesto, a promuovere e sviluppare una cittadinanza europea inclusiva, nel rispetto della diversità dei popoli europei.

Il progetto prevede attività di ricerca e di didattica, entrambe caratterizzate da un approccio multidisciplinare, in relazione alle seguenti questioni chiave:
1. il rapporto tra diritto, democrazia e religione;
2. la libertà religiosa e la neutralità dello Stato;
3. modelli di rapporto tra Stato e Chiese nei paesi europei;
4. la normativa comunitaria contro le discriminazioni e le questioni religiose;
5. identità, religioni e spazio pubblico;
6. casi controversi che coinvolgono, ad esempio, abiti e simboli religiosi, luoghi di culto, insegnamento della religione, trattamento di gruppi religiosi, obiezione di coscienza.

La diffusione delle attività di ricerca avverrà attraverso tavole rotonde annuali aperte a studenti, giovani ricercatori e alla società civile.
L‘attività didattica consiste, invece, in 42 ore di lezioni che coniugano la prevalente disciplina giuridica con approfondimenti di natura filosofica, teologica, sociologica, criminologica e politologica, coinvolgendo professori provenienti da università italiane e straniere e rappresentanti di gruppi o istituzioni religiose per il dialogo interreligioso.

Questa pagina di OLIR.it si occupa di mettere a disposizione il materiale didattico e la registrazione delle lezioni, contribuendo in questo modo alla diffusione dei risultati della ricerca, secondo quanto previsto nel progetto finanziato dall'UE.

Questo progetto sostiene la vita di OLIR.it per il suo impegno a diffondere i risultati della ricerca.


  • Titolo del progetto: Religious Pluralism and European Integration / PluReli
  • Testo del progetto (abstract)
  • Bando: Jean Monnet Modules (Call 2015)
  • Responsabili del progetto: Natascia Marchei e Stefania Ninatti (Università degli studi di Milano Bicocca)
  • Destinatari: studenti del corso di laurea magistrale in giurisprudenza, operatori pubblici o privati che gestiscono rapporti con i gruppi religiosi o si occupano di dialogo interreligioso, rappresentanti della società civile o di associazioni e comunità religiose, ricercatori e studiosi della materia.
  • Per informazioni: ;

Anno 2017/2018

Lezioni del corso “Pluralismo religioso e integrazione europea”
Università degli Studi di Milano Bicocca. 

  • Lunedì 19 febbraio, ore 12.30: Introduzione al corso (Natascia Marchei, Stefania Ninatti, Università di Milano-Bicocca).
  • Giovedì 22 febbraio ore 12.30: La tutela dei diritti in Europa: verso un sistema unificato di garanzie? (Stefania Ninatti).
  • Venerdì 23 febbraio, ore 10.30: La libertà religiosa nell’Unione Europea (Natascia Marchei).
  • Lunedì 26 febbraio, ore 12.30: Il principio democratico alla luce dell’evoluzione dell’Unione Europea e della Convenzione Europea dei Diritti Umani (Stefania Ninatti).
  • Giovedì 1 marzo, ore 12.30: La tutela dell’identità costituzionale tra ordinamento interno e ordinamenti sovranazionali (Valentina Faggiani, Università di Granata)
  • Venerdì 2 marzo, ore 10.30: Il principio di uguaglianza alla prova: spunti di riflessione alla luce del sistema euro-unitario e convenzionale (Stefania Ninatti).
  • Lunedì 5 marzo, ore 12.30: La tutela dei diritti “in action”: alcuni casi esemplari (Stefania Ninatti).
  • Giovedì 8 marzo, ore 12.30: La libertà religiosa nella Convenzione europea (Natascia Marchei).
  • Venerdì 9 marzo, ore 10.30: Segue (Natascia Marchei).
  • Lunedì 12 marzo, ore 12.30: Religione e democrazia nella storia giuridica europea (Michele Rosboch, Università di Torino).
  • Giovedì 15 marzo, ore 12.30: Paura e potere ai tempi del terrorismo globale (Roberto Cornelli, Università di Milano-Bicocca).
  • Venerdì 16 marzo, ore 10.30: CEDU e libertà religiosa collettiva: alcuni casi
  • Lunedì 19 marzo, ore 12.30: ESERCITAZIONE
  • Giovedì 22 marzo, ore 12.30: ESERCITAZIONE
  • Venerdì 23 marzo, ore 10.30: The importance of public religious practice (Nicholas Hatzis, City University, London).
  • Lunedì 26 marzo, ore 11.30: La nuova sfida della scuola pluralista tra Europa e Stati Uniti (Paolo Carozza, Università di Notre Dame e Alessandro Ferrari, Università Insubria).
  • Giovedì 5 aprile, ore 12.30: CEDU e libertà religiosa individuale: alcuni casi
  • Venerdì 6 aprile, ore 10.30: Europa: quale spazio pubblico per la teologia? (Marcello Neri, Università di Flensburg).
  • Lunedì 9 aprile, ore 12.30: Church and State in countries of Former Yugoslavia, legal and political legacy of communist regime (Marko Bozic).
  • Giovedì 12 aprile, ore 12.30: La cittadinanza nel pensiero arabo-islamico contemporaneo (Michele Brignone).
  • Lunedì 23 aprile, ore 12.00: Commento a sentenza

I MATERIALI

Lezione del 15 marzo 2018: Paura e potere ai tempi del terrorismo globale (Roberto Cornelli, Università di Milano-Bicocca)

Lezione del 26 marzo 2018La nuova sfida della scuola pluralista tra Europa e Stati Uniti (Paolo Carozza, Università di Notre Dame e Alessandro Ferrari, Università Insubria)


Lezione del 9 aprile 2018
: Church and State in countries of Former Yugoslavia, legal and political legacy of communist regime (Marko Bozic)

Anno 2016/2017

Lezioni del corso “Pluralismo religioso e integrazione europea”
Università degli Studi di Milano Bicocca, edicifio U6. 

  • Lunedì 20 febbraio, ore 12.30: Introduzione al corso (Prof. Natascia Marchei, Prof. Stefania Ninatti, Università di Milano-Bicocca).
  • Lunedì 27 febbraio, ore 12.30: La libertà religiosa in Europa alla prova dell’Islam (Prof. Alessandro Ferrari, Università dell’Insubria).
  • Lunedì 6 marzo, ore 12.30: Diritti fondamentali: verso un sistema unificato di protezione in Europa? (Prof. Stefania Ninatti).
  • Giovedì 9 marzo, ore 12.30: La libertà religiosa nel diritto dell’Unione europea: quale competenza? (Prof. Natascia Marchei).
  • Venerdì 10 marzo, ore 10.30: Il principio democratico all’esame della Corte di giustizia dell’UE e alla Corte EDU (Prof. Stefania Ninatti).
  • Lunedì 13 marzo, ore 12.30: Libertà religiosa e sicurezza (Prof. Roberto Mazzola, Università del Piemonte orientale).
  • Giovedì 16 marzo, ore 12.30: Democrazia e libertà religiosa (Prof. Michael Driessen, John Cabot University).
  • Venerdì 17 marzo, ore 10.30: La libertà religiosa come diritto individuale e collettivo nella giurisprudenza della Corte EDU (Prof. Natascia Marchei).
  • Lunedì 20 marzo, ore 12.30: Esercitazione su sentenza Corte EDU.
  • Giovedì 23 marzo, ore 12.30: Stato laico e pluralismo religioso: il caso turco (Dott. Marco Galimberti, Università di Milano – Bicocca).
  • Venerdì 24 marzo, ore 10.30: I modelli di rapporti tra Stato e comunità religiose in Europa e i rapporti con la giurisprudenza della Corte EDU (Prof. Natascia Marchei).
  • Lunedì 27 marzo, ore 12.30: Questioni aperte dell’obiezione di coscienza religiosa nell’ordinamento spagnolo (Prof. Patricia Rodriguez, Università autonoma di Madrid).
  • Giovedì 30 marzo, ore 12.30: La libertà religiosa e l’uso del velo in Belgio (Dott. Stephanie Wattier, Università di Lovanio).
  • Venerdì 31 marzo, ore 10.30: La libertà religiosa collettiva nello spazio europeo (Prof. Natascia Marchei).
  • Lunedì 3 aprile, ore 12.30: Tavola rotonda: L’Islam tra integrazione e radicalizzazione (ne discutono Dott. Reas Syed, Prof. Roberto Cornelli, Università di Milano – Bicocca, Prof. Stefania Ninatti, Prof. Natascia Marchei).
  • Venerdì 7 aprile, ore 10.30: Il principio di non discriminazione nell’ordinamento euro-unitario (Prof. Stefania Ninatti).
  • Lunedì 10 aprile, ore 12.30: Esercitazione scritta su sentenza europea.
  • Giovedì 20 aprile, ore 12.30: L’idea di Califfato nel pensiero islamico contemporaneo. Novant'anni di dibattiti (1924-2014) (Prof. Michele Brignone, segretario scientifico della fondazione internazionale OASIS).
  • Venerdì 21 aprile, ore 10.30: Quali luoghi di negoziazione fra religione e spazio pubblico in Europa? (Prof. Marcello Neri, Università di Flensburg).
  • Giovedì 27 aprile, ore 12.30: Il principio di non discriminazione. Segue. (Prof. Stefania Ninatti)
  • Venerdì 28 aprile, ore 8.30-12.30: esercitazione scritta finale su sentenza Corte di giustizia.
     
     


I MATERIALI

Lezione del 13 marzo 2017Libertà religiosa e sicurezza (Prof. Roberto Mazzola, Università del Piemonte orientale)

Lezione del 16 marzo 2017Democrazia e libertà religiosa (Prof. Michael Driessen, John Cabot University)

Lezione del 23 marzo 2017Stato laico e pluralismo religioso: il caso turco (Dott. Marco Galimberti, Università di Milano-Bicocca)

Lezione del 30 marzo 2017: La libertà religiosa e l’uso del velo in Belgio (Dott. Stephanie Wattier, Università di Lovanio)



I contributi degli studenti
(commento alla sentenza del 14 Marzo 2017 della Corte di Giustizia dell’Unione Europea, Grande Sezione, causa C–157/15)

Anno 2015/2016

Lezioni del corso “Pluralismo religioso e integrazione europea”
Università degli Studi di Milano Bicocca, edicifio U6, 2° piano. 

  • 29 febbraio, ore 12.30 aula U6, 236: Introduzione al corso.
  • 3 marzo, ore 12.30 aula U6, 278: Democrazia e libertà religiosa (Prof. Michael Driessen, John Cabot University, Roma, Scienze politiche e affari internazionali).
  • 4 marzo, ore 10.30 aula U6, 236: Il principio democratico all’esame della Corte di giustizia dell’UE e alla Corte EDU (Prof. Stefania Ninatti, Università degli studi di Milano Bicocca, Diritto costituzionale europeo).
  • 7 marzo, ore 12.30 aula U6, 236: Diritti fondamentali nella CEDU e UE: verso un sistema unificato di protezione in Europa? (Prof. Stefania Ninatti).
  • 10 marzo, ore 12.30 aula U6, 278: La libertà religiosa nel diritto europeo/sovranazionale? (art. 17 TFUE, art. 10 della carta dei diritti UE e art. 9 CEDU) (Prof. Natascia Marchei, Università degli studi di Milano Bicocca, Diritto ecclesiastico).
  • 11 marzo, ore 10.30 aula U6, 236: Religione e spazio pubblico europeo. Una prospettiva teologica (Prof. Marcello Neri, University of Flensburg, Teologia).
  • 14 marzo, ore 12.30 aula U6, 236: Il contesto europeo: la libertà religiosa come diritto individuale e collettivo. (Prof. Natascia Marchei).
  • 17 marzo, ore 12.30 aula U6, 278: La libertà religiosa in Israele (Prof. Medina, Hebrew University, Jerusalem, Diritto costituzionale).
  • 18 marzo, ore 10.30 aula U6, 236: La “laicità” europea: la religione nello spazio pubblico. Il contributo del progetto europeo “RELIGARE” al dibattito in corso (Prof. Alessandro Ferrari, Università dell’Insubria, Diritto ecclesiastico).
  • 21 marzo, ore 12.30 aula U6, 236: L’Europa secolare: comunità, Stato e libertà (Prof. Maddalena, Università del Molise, Filosofia Teoretica).
  • 31 marzo, ore 12.30 aula U6, 278: Commissione di Venezia e libertà religiosa (Simona Granata, vice-segretario della Commissione di Venezia).
  • 1 aprile, ore 10.30 aula U6, 236: I modelli di rapporti tra Stato e comunità religiose in Europa e i rapporti con la giurisprudenza della CEDU (Prof. Natascia Marchei).
  • 4 aprile, ore 12.30 aula U6, 236: La violenza nelle relazioni tra gruppi religiosi. Il punto di vista di un criminologo (Prof. Roberto Cornelli, Università degli Studi di Milano Bicocca, Criminologia).
  • 7 aprile, ore 12.30 aula U6, 278: Il contesto europeo: educazione religiosa e abbigliamento religiosamente orientato (Prof. Natascia Marchei).
  • 8 aprile, ore 10.30 aula U6, 236: Il contesto europeo: l’obiezione di coscienza e credo religioso (Prof. Natascia Marchei).
  • 11 aprile, ore 12.30 aula U6, 236: Il contesto europeo: il diritto di famiglia e il caso Eweida (Prof. Stefania Ninatti).
  • 14 aprile, ore 12.30 aula U6, 278: Tavola rotonda: Primavera Araba, democrazia e pluralismo religioso: un dibattito con la società civile (ne discutono: Dott. Brignone, segretario scientifico della fondazione internazionale OASIS, Natascia Marchei e Stefania Ninatti).
  • 18 aprile, ore 12.30 aula U6, 236: La secolarizzazione e le tendenze confessionistiche nei Paesi dell’ex Jugoslavia (Prof. Marko Bozic, Eur -ORBEM research center, Sorbonna IV University, Filosofia e sociologia del diritto).
  • 21 aprile, ore 12.30 aula U6, 278: La tutela della democrazia e della libertà religiosa nei criteri di adesione di Copenaghen dell'UE (Prof. Stefania Ninatti).
  • 21 aprile, ore 12.30 aula U6, 236: La “laicità” europea: la religione nello spazio pubblico. Il contributo del progetto europeo “RELIGARE” al dibattito in corso (Prof. Alessandro Ferrari, Università dell’Insubria, Diritto ecclesiastico).
  • 22 aprile, ore 10.30 aula U6, 236: Il contesto giuridico europeo e l’Islam – La Turchia e il processo di allargamento della UE (Dott. Marco Galimberti, Università degli studi di Milano Bicocca).
  • 28 aprile, ore 12.30 aula U6, 278: Politiche UE contro la discriminazione e competenze dello Stato membro (Prof. Stefania Ninatti).




I MATERIALI


Lezione del 3 marzo 2016:
 Democrazia e libertà religiosa (Prof. Michael Driessen, John Cabot University, Roma, Scienze politiche e affari internazionali)

Lezione dell'11 marzo 2016: Religione e spazio pubblico europeo. Una prospettiva teologica (Prof. Marcello Neri, University of Flensburg, Teologia).

Lezione del 17 marzo 2016: La libertà religiosa in Israele (Prof. Medina, Hebrew University, Jerusalem, Diritto costituzionale)


Lezione del 21 marzo 2016: 
L’Europa secolare: comunità, Stato e libertà (Prof. Maddalena, Università del Molise, Filosofia Teoretica)

Lezione del 31 marzo 2016: Commissione di Venezia e libertà religiosa (Simona Granata, vice-segretario della Commissione di Venezia)

Lezione del 14 aprile 2016: Focus Islam: Primavera Araba, democrazia e pluralismo religioso: un dibattito con la società civile (Dott. Brignone, segretario scientifico della fondazione internazionale OASIS)

Lezione del 18 aprile 2016: La secolarizzazione e le tendenze confessionistiche nei Paesi dell’ex Jugoslavia (Prof. Marko Bozic, Eur -ORBEM research center, Sorbonna IV University, Filosofia e sociologia del diritto)

Lezione del 22 aprile 2016: Focus Islam: Il contesto giuridico europeo e l’Islam – La Turchia e il processo di allargamento della UE (Dott. Marco Galimberti, Università degli studi di Milano Bicocca)


I contributi degli studenti 
(commento alla sentenza della Corte europea dei diritti dell'uomo "Refah Partisi contro Turchia")