dossier

autori libri
in evidenza
Diritto & Religioni , Num. 2, 2017

Stato, Chiese e pluralismo confessionale, Num. 21-24, giugno2018

Quaderni di diritto e politica ecclesiastica, Num. 1, aprile2018

Apollinaris, Num. 2, 2016

Stato, Chiese e pluralismo confessionale, Num. 17-20, maggio2018


ultimi documenti
Sentenza 18 gennaio 2018 (Adozione del minore da parte della donna convivente con la madre biologica cui è legata solo da un rapporto di amicizia - Corte d'Appello - Civile)

Sentenza 23 marzo 2018
n. 32028/2018
(Corte di Cassazione e aggravante della finalità di discriminazione - Corte di Cassazione - Penale)

Ordinanza 2 luglio 2018 (Questione di legittimità costituzionale e legge n.40/2004. Presunta incostituzionalità del divieto di accesso alla p.m.a. alle coppie omosessuali - Tribunale Civile)

Sentenza 4 luglio 2018
n. 145/18
(Adozione del figlio del partner in una coppia omogenitoriale. Superiore interesse del minore e procreazione medicalmente assistita - Corte d'Appello)

Ordinanza 13 giugno 2018
n. 15569/2018
(Protezione internazionale e mera possibilità di subire trattamenti inumani e degradanti - Corte di Cassazione - Civile)

Istruzione 8 giugno 2018 (Ecclesiae Sponsae Imago - Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica)

Sentenza 10 luglio 2018
n. C-25/17
( Responsabilità per la raccolta e il trattamento di dati personali acquisiti da Testimoni di Geova nell'esercizio della loro attività di predicazione porta a porta - Corte di Giustizia)

Sentenza 18 giugno 2018
n. 16031/18
(Organizzazioni di tendenza e tutela del lavoratore in caso di licenziamento - Corte di Cassazione - Civile, Sez. Lav.)

Decreto ministeriale 27 aprile 2018
n. 50/2018
(Disposizioni in materia di trasformazione, fusione, scissione, cessione d'azienda e devoluzione del patrimonio da parte delle imprese sociali - Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali)

Sentenza 15 giugno 2018
n. 2018 SCC 33
(Accesso alle professioni legali e libertà religiosa. Trinity Western University v Law Society of Upper Canada - Supreme Court)


i più letti
Sentenza 3 novembre 2009,n.30814/06 (Affaire Lautsi c. Italie: l’exposition de la croix aurait également méconnu la liberté de conviction et de religion de la requérante et de ses enfants, protégée par l’article 9 CEDU - Corte Europea dei Diritti dell'Uomo)

Accordo 29 novembre 2005 (Accordo fra la Santa Sede e la Città Libera e Anseatica di Amburgo - Santa Sede - Città Libera e Anseatica di Amburgo)

Legge 22 novembre 1988,n.516 (Norme per la regolazione dei rapporti tra lo Stato e l'Unione italiana delle Chiese cristiane avventiste del 7° giorno - Parlamento)

Ordinanza 24 marzo 2006,n.127 (Esposizione del crocifisso nelle aule giudiziarie: inammissibilità del ricorso per conflitto di attribuzione tra poteri dello Stato - Corte Costituzionale)

Regio decreto 9 giugno 2006,n.710/2006 (Desarrollo de los Acuerdos de Cooperación firmados por el Estado con la FEREDE, la FCI y la Comisión Islámica de España, en el ámbito de la asistencia religiosa penitenciaria - Ministerio de la Presidencia)


libri

stampa

Giannuzzo Lucia

Lucia Giannuzzo,
Laicità europea e libertà religiosa alla luce della giurisprudenza della Corte di Strasburgo in tema di simboli religiosi: ipotesi ricostruttive

Libellula edizioni, Tricase (LE) 2018
Pagine: 264
ISBN: 9788896818466




INDICE

Prefazione, Giuseppe Dalla Torre


Parte prima

La giurisprudenza della Corte di Strasburgo ante «Lautsi II»: indici di una laicità «militante»

Capitolo Primo

La tutela convenzionale della libertà religiosa: art. 9 della Convenzione europea dei diritti dell’uomo e margine di apprezzamento


1.1 Art. 9 della Convenzione europea dei diritti dell’uomo: considerazioni generali p. 15
1.2 Art. 9 § 1: la libertà di pensiero, di coscienza e di religione in interiore p. 21
1.3 Art. 9 § 2: la libertà di manifestare i propri convincimenti in foro externo p. 26
1.4 La giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell’uomo e la questione «simbolica» (rinvio) p. 36
1.5 Il criterio del margine di apprezzamento e il principio di sussidiarietà p. 37

Capitolo Secondo

La giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell’uomo ante «Lautsi II»: tra velo come strumento ideologico-politico e crocifisso come segno esteriore forte


2.1 La portata semantica dei simboli religiosi e l’atteggiamento in merito della Corte di Strasburgo fino alla sentenza della «Grande Chambre» sul caso Lautsi p. 49
2.2 La percezione del velo nella sentenza «Lucia Dahlab c. Suisse» p. 51
2.3 Il simbolo religioso quale strumento politico-ideologico: il caso «Leyla Şahin c. Turquie» e altri p. 60
2.4 Le vicende Köse e Kurtulmus p. 70
2.5.1 La laicità «à la française»: una sintesi storico-giuridica p. 73
2.5.2 La laicità francese alla Corte europea dei diritti dell’uomo: i casi «Kervanci e Dogru c. France» e altri
p. 85
2.6.1 La laicità in Italia tra non indifferenza dello stato, salvaguardia della libertà religiosa e pluralismo confessional-culturale
p. 90
2.6.2 Il grande assente: il margine di apprezzamento e la sentenza Lautsi del 03.11.2009 p. 94

Capitolo Terzo

Verso una laicità europea «militante»?

3.1 Laicità europea: laicità «de combat» p. 103
3.2 Verso una concezione debole dei diritti dell’uomo? p. 116
3.3 Il pericolo di una laicità ideologica e discriminatoria p. 118
3.4 «Per commento e per chiosa»: esegesi di un retropensiero europeo p. 124

Parte seconda

L’inversione di rotta della giurisprudenza della Corte di Strasburgo

Capitolo Primo

Simboli religiosi, pluralismo e margine di apprezzamento dopo la sentenza della Grande Camera sull’«affaire» Lautsi

1.1 Primi (e timidi) segnali di un cambio di rotta: la sentenza «Affaire Ahmet Arslan et autres c. Turquie» p. 129
1.2 La sentenza della «Grande Chambre» sul caso Lautsi p. 133
1.3 «Affaire Eweida et autres c. Royaume-uni» e l’indosso di simboli religiosi sul posto di lavoro p. 146
1.4 «Affaire S.A.S. c. France» e la questione del velo integrale p. 153
1.5 «Affaire Ebrahimian c. France»: principio di laicità, neutralità dei servizi pubblici e margine di apprezzamento p. 162



Capitolo Secondo

Laicità «militante» e laicità «multicolore»: la Corte e la preziosa diversità europea


2.1 Dalla paura pregiudiziale del simbolo religioso alla cura delle specificità: verso un sano pragmatismo mediante la riscoperta del tradizionale criterio del margine di apprezzamento

p. 169
2.2 La laicità «multicolore» e la «revanche» della suitas, individuale e collettiva p. 175
2.3 La necessità di una effettiva valorizzazione delle libertà individuali e di una concreta promozione della loro tutela
p. 179
2.4 Conclusioni: l’indispensabilità e la grande bellezza della diversità p. 181

Indice dei nomi p. 191
Indice bibliografico p. 201
Giurisprudenza p. 253